Effettuare una corretta manutenzione degli impianti fotovoltaici rappresenta un’opportunità da sfruttare in pieno. Soprattutto per le aziende.

Al contrario di quanto si pensi, la manutenzione è spesso sinonimo di risparmio, e non di costi supplementari. Effettuare gli interventi adeguati al momento opportuno consente di mantenere sempre costanti i livelli di efficienza, previene possibili incidenti e allunga la vita utile degli impianti.

In questa breve guida, allora, cercheremo di dare risposta agli interrogativi più comuni riguardanti la gestione degli impianti fotovoltaici per le attività produttive e non solo.

Esiste un obbligo di manutenzione degli impianti fotovoltaico?

Per quanto riguarda l’obbligatorietà, bisogna subito operare un distinguo. Per prima cosa, più che di manutenzione si tratta di una verifica periodica del sistema di protezione di interfaccia. Detto ciò, tale operazione non è obbligatoria se la potenza è minore di 11,08 kW. Per i sistemi di potenza superiore, invece, la delibera 78/2016 di ARERA certifica l’obbligo di controllo dei sistemi di interfaccia tra inverter e rete.

La revisione va effettuata ogni 5 anni da tecnici specializzati. I lavori portati a termine vanno comunicati al GSE nel caso in cui si provveda alla sostituzione di componenti importanti come l’inverter. In caso di mancati controlli, il gestore della rete può decidere il distacco dell’impianto, e la sospensione degli eventuali incentivi.

La manutenzione del fotovoltaico per le aziende è essenziale.

Manutenzione ordinaria o straordinaria dei pannelli solari: quali sono le differenze?

Il tema della manutenzione degli impianti con pannelli fotovoltaici deve necessariamente essere declinato in due dimensioni. Ovvero quella dei controlli ordinari e straordinari.

In estrema sintesi, la manutenzione ordinaria dei moduli fotovoltaici mira a preservare il corretto funzionamento dell’impianto. Tra le attività incluse in questa procedura si trovano:

  • Controllo e serraggio delle bullonerie di ancoraggio dei moduli;
  • Controlli su cavi, scatole di giunzione e vetro dei pannelli;
  • Pulizia dei pannelli e delle altre componenti;
  • Verifica della produzione.

La manutenzione straordinaria, invece, si concentra maggiormente sulla sostituzione delle componenti del sistema. Ad esempio gli inverter. Volendo sintetizzare, in questa categoria rientrano quindi gli interventi di:

  • Ammodernamento e modifica impianto;
  • Aumento di potenza dell’impianto;
  • Integrazione di un sistema di accumulo.

In che modo è possibile mantenere in forma il proprio impianto?

Il corretto funzionamento di un impianto fotovoltaico aziendale è un parametro cruciale. Consente di avere a disposizione una fornitura di energia elettrica costante, ecosostenibile e a condizioni economiche convenienti.

In che modo, allora, si può mantenere sempre in forma il proprio impianto? Ecco alcuni consigli:

  • Controllo dell’inverter: è sempre buona norma verificare l’assenza di messaggi di errore o segnalazione di malfunzionamenti;
  • Cura dei pannelli: una pulizia costante e adeguata assicura un corretto funzionamento nel tempo;
  • Rimozione degli ostacoli: banalmente, se un qualsiasi ostacolo interferisce sul funzionamento dei pannelli, ad esempio con ombre insistenti, si dovrebbe provvedere alla sua rimozione;
  • Uno sguardo ai quadri elettrici: morsetti ben serrati e componenti strutturalmente integri costituiscono un ottimo viatico per poter contare su un sistema fotovoltaico in forma.

Come visto, l’impianto fotovoltaico necessita di cure e attenzioni. Queste operazioni possono essere intese come noiose incombenze, ma spesso sono proprio queste piccole accortezze ad allungare la vita utile dell’impianto, con un evidente risparmio nel lungo periodo.

Quali sono i costi di manutenzione del fotovoltaico?

Quello dei costi di manutenzione del fotovoltaico è probabilmente lo scoglio – psicologico e pratico – più arduo da superare per le aziende.

Il messaggio che dovrebbe passare è che, se ci si affida a partner seri, installare un impianto di questo tipo può portare a vantaggi in termini di efficienza e produttività. Anche perché la manutenzione può essere oggetto di accordi particolarmente flessibili e snelli.

Nei contratti di gestione e manutenzione Erreci, ad esempio, è possibile scegliere nel dettaglio di quali servizi si ha bisogno. Se si sta già provvedendo alla manutenzione dell’impianto, ad esempio con il lavaggio dei pannelli, questo servizio può essere facilmente escluso dall’accordo, concentrando invece l’attenzione sul supporto per la gestione amministrativa e l’assistenza tecnica.

In questo modo, un semplice costo si trasforma in una opportunità per la propria azienda. Quella, cioè, di poter contare su un impianto fotovoltaico sempre al meglio delle sue possibilità.

I pannelli solari di un impianto fotovoltaico.

Il fotovoltaico di Erreci per le aziende

La manutenzione dell’impianto fotovoltaico è un tema ricco di sfaccettature e parametri da prendere in considerazione. Orientarsi tra le varie incombenze può essere complicato, ed è per questo che è bene affidarsi a partner fidati e con esperienza.

Noi di Erreci siamo al fianco delle aziende che credono nel fotovoltaico e in una energia più sostenibile. Offriamo soluzioni personalizzate e su misura di gestione e manutenzione degli impianti, attente a soddisfare realmente le esigenze delle imprese.

Per qualsiasi informazione, telefonate pure allo 0331 341963, oppure visitate la pagina Contatti per scoprire i canali comunicativi messi a vostra disposizione.